L’insistenza italiana su Eurobonds

segnalo questo articolo arrivatomi dalla newsletter dell’Alde (Alliance for Liberals and Democrats for Europe), il terzo partito per numero di eletti al Parlamento europeo, per far notare due aspetti per me importanti. Il primo riguarda come noi italiani stiamo facendo una figura orrenda di fronte all’Europa e alle sue istituzioni: nell’articolo ci si chiede per quale motivo il nostro Governo faccia resistenza a ricevere una “solidarietà” (termine che viene usato esplicitamente nell’articolo) per combattere il Covid, da parte di Stati che non hanno alcun interesse a farlo (sia perchè più ricchi, sia perchè molto più poveri di noi), per il semplice motivo che le forze populiste del Paese si sentono umiliate.

Secondo punto importante, è il fatto che per l’Europa noi siamo ancora il Paese di De Gasperi ed Einaudi, i quali sono stati i punti più alti della nostra politica fino a che non è arrivato Berlusconi a mettere in cattiva luce la nostra fama all’estero.

L’articolo è molto esplicito nel parlare: se siete il Paese più colpito economicamente dalla pandemia, e noi lo riconosciamo, allora è corretto che vi si venga incontro con una serie di manovre economiche più che utili e convenienti. Ma voi, Italia, no! Voi preferite mettervi a discutere sul fatto che si tratta di carità e che volete gli Eurobond perché per voi è una questione di principio. Però, aspettate signori Italia, qui al nord questo discorso non lo capiamo. Vi vogliamo bene e facciamo di tutto per voi ma non sarà che voi questi Eurobond li volete per farci altri interessi che non c’entrano nulla con l’epidemia e la ripresa economica? Ci starete mica nascondendo qualcosa?

Ecco come ragiona l’Europa. Si stupiscono per una nostra questione terminologica. Nonostante da noi sia uscito un bellissimo articolo di Cottarelli (https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2020/04/12/news/un-assurdo-dibattito-sui-fondi-del-mes-la-condizione-e-spendere-di-piu-non-meno-1.38708779) per spiegare che la nostra è solo una paturnia, noi continuiamo a fare la figura dei debosciati col vizio del gioco che battono pure i pugni sul tavolo della cucina perché mammà non ci dà i soldi per giocare.

ah… infine, il loro anziano italiano di riferimento è l’ottantunenne Prodi, uno che da noi non sappiamo più chi sia.

Buio.

https://www.aldeparty.eu/news/italys-insistence-eurobonds-dividing-europe

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.